Percorso:ANSA > Europa > Altre news > A Perugia una simulazione del Parlamento europeo dei giovani

A Perugia una simulazione del Parlamento europeo dei giovani

Evento programmato in occasione della Festa dell'Europa

11 maggio, 18:29
A Perugia una simulazione del Parlamento europeo dei giovani A Perugia una simulazione del Parlamento europeo dei giovani

PERUGIA - Una simulazione del "Parlamento europeo dei Giovani", a Perugia. Ad organizzare la singolare iniziata, il Ga Day, è stata l'Assemblea legislativa dell'Umbria (Servizio studi, valutazione delle politiche e organizzazione), sotto l'alto patrocinio del Parlamento europeo. L'evento - spiega una nota della Regione - è stato programmato in occasione della Festa dell'Europa che celebra la pace e l'unità dell'Unione, e vede la partecipazione di 67 studenti delegati, selezionati tra i 226 attivi su Peo-School (piattaforma digitale di discussione) che si sono confrontati su argomenti all'ordine del giorno dell'Agenda europea, supportati da 12 "chairperson" con la funzione di facilitatori. Gli studenti, suddivisi in sei commissioni tematiche, hanno lavorato ad una proposta di risoluzione, che è stata dibattuta e votata da tutti i partecipanti e strutturata sul modello dell'Assemblea plenaria del Parlamento europeo.

 

Oltre al Liceo Majorana di Orvieto, che da vari anni sperimenta il Ga-Day in collaborazione con l'Associazione Peg (Parlamento europeo dei giovani), ed è capofila del progetto, hanno partecipato il Liceo Pieralli e l'Itt Volta di Perugia, il Liceo Angeloni, il Liceo Tacito e l'Itt di Terni, l'Iis Battaglia di Norcia e il Liceo di Acquapendente.

 

Questi i temi discussi nelle sei commissioni: Libertà d'espressione in un mercato unico digitale (Libe - Commissione Libertà civili, giustizia e affari interni); - L'Europa dei giovani (Itre - Commissione Industria, ricerca ed energia); Una Unione economica sostenibile (Envi - Commissione Ambiente e Sanità pubblica); Un Mediterraneo Coeso (Juri - Commissione Giuridica); Diritto alla vita e all'autodeterminazione (Droi - Commissione Diritti dell'uomo); L'Europa a 27 riunita in una sola voce (Afet - Commissione Affari internazionali).

 

I riconoscimenti finali, stabiliti dalla giuria, sono stati conseguiti da: Julia Cojocaru (Afet - Commissione Affari internazionali - miglior discorso di attacco), Lina Ulinici (Itre - Commissione Industria, Ricerca ed Energia - miglior discorso difesa), Carlotta Gaggiotti (Libe - Commissione Libertà civili, Giustizia e Affari interni - miglior discorso conclusivo), Alessio Fabbretti (Libe - Commissione Libertà civili, Giustizia e Affari interni - migliore delegato), quale migliore Commissione è stata premiata Itre - Industria, Ricerca ed Energia.

 


(Segui ANSA Europa su Facebook e  Twitter)

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA