Percorso:ANSA > Europa > Altre news > Covassi, richiamo importante Juncker apertura euro e Schengen

Covassi, richiamo importante Juncker apertura euro e Schengen

Capo Rappresentanza in Italia Commissione, Ue sarà più unita

13 settembre, 17:44
Jean-Claude Juncker mentre parla all'aula di Strasburgo Jean-Claude Juncker mentre parla all'aula di Strasburgo

ROMA - Le parole di Jean-Claude Juncker sono "un messaggio importante per un'Europa più unita" e contengono "un richiamo importantissimo all'apertura a tutti gli Stati membri dello spazio Schengen, dell'euro, dell'Unione bancaria". Betarice Covassi, capo della Rappresentanza in Italia della Commissione europea commenta così il discorso sullo Stato dell' Unione del presidente della Commissione europea davanti alla plenaria dell'Europarlamento e sottolinea l'importanza di cogliere quella "finestra di opportunità", quel "clima mutato" che darà all'Europa l'opportunità di essere "più incisiva e più vicina ai cittadini".

 

Nella sede romana della Rappresentanza, il discorso di Juncker è stato seguito in diretta da esperti, diplomatici, giornalisti. Un silenzio attento per cogliere i passaggi chiave di quello Stato dell'Unione dal quale dipende il futuro di tutti. E poi commenti e scambi di opinioni senza retorica ma concentrati sui passaggi che tratteggiano l'Europa di domani, una volta passata - almeno per ora - l'ondata dei populismi e innescata una ripresa economica maggiore di quella degli Stati Uniti. Tutti d'accordo con l'apertura commerciale "ma con reciprocità", con la necessità di un "ministro delle Finanze europeo", con l' importanza dell'unificazione delle figure di presidente della Commissione e del Consiglio europeo. Qualche dubbio su una politica estera forse di respiro limitato e, invece, grande soddisfazione per il riconoscimento tributato all'Italia per la gestione della crisi migratoria.

 

Un'Italia "inusualmente visibile in questo discorso", ha commentato l'ex ministro degli Affari europei Enzo Moavero Milanesi che ha riconosciuto a Juncker "alcune indicazioni di riforma", ma gli ha rimproverato di non aver gettato "il cuore oltre l'ostacolo" lanciando "la proposta federalista". Occorre, ha ammonito Moavero, "cogliere non solo le finestre di opportunità ma le finestre pragmaticamente concrete".

 


(Segui ANSA Europa su Facebook e  Twitter)

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA