Percorso:ANSA > Europa > Altre news > Cittadinanza:Kyenge,legge ius soli ferma da 1 anno in Senato

Cittadinanza:Kyenge,legge ius soli ferma da 1 anno in Senato

"Bambini hanno diritto di entrare in classe da italiani"

13 ottobre, 17:43
Cécile Kyenge - fonte: PE Cécile Kyenge - fonte: PE

BRUXELLES - "Esattamente un anno fa la Camera approvò la legge che introdurrebbe lo ius soli nel nostro Paese. La legge è ferma al Senato da un anno". E' quanto sottolinea in una nota l'europarlamentare Cécile Kyenge (S&D-PD) che, prima animando con la società civile la campagna 'l'Italia sono anch'io", poi da ministro per l'Integrazione ha promosso la proposta di legge sul cosiddetto ius soli. "Paula, Mohamed, Marwa, sono i nomi dei compagni di scuola e degli amici che ogni giorno giocano con i nostri figli, crescono con loro - osserva Kyenge in una nota - ma non hanno i loro stessi diritti. Sono un milione, sono italiani, ma non per la legge italiana. Hanno il diritto di essere come noi, perché lo sono: italiani. Hanno il diritto di entrare in classe il primo giorno di scuola come i loro compagni di gioco, da cittadini italiani".

"Un milione di bambini nati e cresciuti in Italia - prosegue l'ex ministro - non possono più crescere stranieri in Italia.

Entrino in classe come tutti i bambini, da italiani e contribuiranno al futuro di un'Italia che li abbia riconosciuti per quello che sono: cittadini. Ogni giorno che passa è un giorno perso, anche per il Paese. Perché lo ius soli - conclude Kyenge - è un bene per il nostro Paese. Per questo deve diventare legge il più presto possibile. Ius soli subito".


(Segui ANSA Europa su Facebook e  Twitter)

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA