Percorso:ANSA > Europa > Altre news > Bce: Draghi, senza nostra azione saremmo in deflazione

Bce: Draghi, senza nostra azione saremmo in deflazione

Dibattito con gli eurodeputati

01 febbraio, 20:55
Mario Draghi Mario Draghi

"Se non avessimo agito l'Eurozona sarebbe stata in conclamata deflazione nel 2015 e la crescita sarebbe dell'1% più bassa": così il presidente della Bce Mario Draghi rispondendo alle domande degli eurodeputati.

 

Draghi, inflazione più debole delle attese - "Le dinamiche dell'inflazione sono più deboli di quanto atteso a dicembre. Da dicembre le condizioni sono cambiate, è in corso una ripresa moderata guidata dalla domanda interna, ma i rischi al ribasso sono di nuovo aumentati per l'incertezza sulle prospettive di crescita delle economie emergenti, volatilità dei mercati e rischi geopolitici": così il presidente della Bce Mario Draghi all'Europarlamento. 

 

Coesione Ue sotto test, serve risposta forte - "Siamo indubbiamente a un punto in cui viene testata la coesione dell'Europa. Molte delle sfide che affrontiamo hanno natura europea o globale, e richiedono una forte risposta europea": così il presidente della Bce Mario Draghi parlando al Parlamento Ue.

 

Serve GB ancorata a Ue ed Eurozona più integrata - "C'è ancora incertezza politica sul progetto europeo. Una soluzione che ancori fermamente la Gran Bretagna alla Ue consentendo allo stesso tempo all'Eurozona di integrarsi maggiormente, aiuterebbe a rafforzare la fiducia": lo ha detto il presidente della Bce Mario Draghi al Parlamento Ue.

 

Assicurare applicazione norme bail-in - Per rendere il nostro sistema finanziario "davvero sicuro" bisogna "assicurare l'adeguata applicazione delle disposizioni sul bail-in della direttiva" in materia: lo ha detto il presidente della Bce Mario Draghi all'Europarlamento. Draghi ha poi detto che è necessario che "il paracadute pubblico per il fondo salva-banche ne rafforzi la credibilità e bisogna assicurare che la fiducia nella sicurezza dei depositi sia ugualmente alta in tutti gli Stati membri dando vita allo schema europeo per l'assicurazione dei depositi". "Riduzione dei rischi e condivisione dei rischi sono due facce della stessa medaglia e dovrebbero procedere in parallelo: sono tutte essenziali a proteggere la stabilità del settore bancario europeo", ha aggiunto

 

Rispettare Patto stabilità per preservare fiducia - "Le politiche di bilancio dovrebbero contribuire alla ripresa. Allo stesso tempo, dovrebbero rispettare pienamente i requisiti del Patto di stabilità. Questo è importante per mantenere la fiducia nel quadro di regole Ue": così il presidente della Bce Mario Draghi all'Europarlamento. Per Draghi "i Paesi dovrebbero beneficiare di politiche di bilancio più 'amiche della crescita'", qualcosa che si può ottenere attraverso "una maggiore efficienza dei servizi del settore pubblico e muovendo verso un sistema fiscale più orientato alla crescita".


(Segui ANSA Europa su Facebook e  Twitter)

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA