Percorso:ANSA > Europa > Altre news > Ucraina: Consiglio d’Europa, allarme per nuove leggi

Ucraina: Consiglio d’Europa, allarme per nuove leggi

Testi finiscono sotto lente commissario per diritti umani

17 gennaio, 18:01
(ANSA) - STRASBURGO, 17 GEN - Il segretario generale del Consiglio d'Europa, Thorbjorn Jagland è "allarmato" dalle nuove leggi che hanno effetto sui diritti fondamentali introdotte frettolosamente in Ucraina. Nell'esprimere la sua preoccupazione Jagland ha sottolineato che "è inaccettabile che il Parlamento abbia introdotto affrettatamente, senza alcun dibattito, degli emendamenti che influiscono sui diritti fondamentali e il sistema giudiziario". Jagland ha quindi osservato che "qualsiasi legge adottata in Ucraina deve corrispondere nei fatti e nello spirito agli impegni che il Paese ha preso nei confronti del Consiglio d'Europa". Il segretario generale domanda quindi alle autorità ucraine di "rivalutare gli emendamenti introdotti insieme agli organismi del Consiglio d'Europa" per assicurare che siano in linea con i principi dell'organizzazione. Nel frattempo il commissario per i diritti umani del Consiglio d'Europa, Nils Muiznieks, "estremamente preoccupato per la sostanza degli emendamenti" ha annunciato che effettuerà un'analisi dettagliata dei cambiamenti alla luce degli standard dell'organizzazione, che poi renderà pubblica. (ANSA)

(Segui ANSA Europa su Facebook e  Twitter)

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA