Percorso:ANSA > Europa > Altre news > Aperta corsa stage Ue, italiani primi per richieste

Aperta corsa stage Ue, italiani primi per richieste

Nel 2013 boom domande, via a procedura anche per Parlamento

31 luglio, 15:44
Il quartier generale della Commissione europea Il quartier generale della Commissione europea

BRUXELLES - Via alla nuova procedura di selezione per gli stage alla Commissione europea: entro il 30 agosto i neolaureati potranno fare domanda direttamente online e avere la possibilità di aggiungere un'esperienza di rilievo internazionale al proprio curriculum.

 

Le condizioni offerte dall'esecutivo comunitario sono probabilmente tra le migliori in Europa nel settore pubblico. Ai 650 tirocinanti che passeranno con successo la selezioni vengono offerti circa 1.000 euro al mese, oltre alle spese di viaggio, per uno stage di cinque mesi che inizierà nel marzo 2014. Un tirocinio alla Commissione europea può costituire un trampolino di lancio per l'inizio della carriera professionale, e comunque la conoscenza del funzionamento dell'Ue può costituire la carta vincente nella competizione nel mondo del lavoro.

 

Lo hanno capito i 18.706 ragazzi e ragazze che negli scorsi mesi hanno fatto domanda per effettuare uno stage alla Commissione Ue dall'ottobre 2013. Si tratta di un record storico per il programma di tirocini avviato nel 1960 da Bruxelles e che rappresenta un fortissimo aumento rispetto alle edizioni precedenti, che fra il 2011 e il 2012 hanno visto una media di 9-10 mila domande.

 

A presentare il maggior numero di richieste sono stati i neolaureati dei paesi maggiormente colpiti dalla crisi economica. Gli italiani guidano la classifica con 4.179 domande (il 22% del totale), seguiti dai portoghesi con 2.490 e dagli spagnoli con 2.489. Colpisce anche il dato dei greci che, con 796 richieste, superano nonostante una popolazione nettamente inferiore, i francesi (721), i tedeschi (707) e i britannici (378).

 

La Commissione europea è l'istituzione Ue che offre il maggior numero di stage, ma non è l'unica. Il 15 agosto si apre la procedura di selezione anche per il programma di tirocini retribuiti dell'Europarlamento, per il quale ci saranno due mesi di tempo per fare domanda e con l'inizio dello stage previsto per il prossimo marzo. Strasburgo offre programmi specifici anche per i giornalisti e i traduttori che desiderano familiarizzarsi con il funzionamento dell'istituzione. Il Parlamento prevede inoltre un programma di stage non retribuiti: in questo caso la selezione è già aperta e si chiuderà il primo ottobre.

 

L'altra istituzione europea in cui i neolaureati possono svolgere un tirocinio è il Consiglio Ue . La selezione per gli stage del 2014 si è aperta il 3 giugno e verrà chiusa il 2 settembre. I posti a disposizione sono un centinaio, mentre le domande ricevute annualmente sono circa 4.000. Altri programmi di tirocinio offerti da istituzioni o organi Ue sono quelli della Corte di giustizia dell'Ue a Lussemburgo, del Mediatore europeo a Strasburgo o del Comitato delle regioni e del Comitato economico e sociale a Bruxelles. In alcuni casi la procedura di selezione è già stata avviata, mentre per altri si aprirà in autunno.

 

 


(Segui ANSA Europa su Facebook e  Twitter)

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA