Eurocamera, audizioni commissari designati il 14/11

Plenaria al voto il 27 sulla Commissione Von Der Leyen

Redazione ANSA

BRUXELLES - Le audizioni dei nuovi commissari designati di Francia, Ungheria e Romania all'Eurocamera si terranno il prossimo 14 novembre. Lo rende noto in un tweet Jaume Duch, direttore generale della comunicazione e portavoce del Parlamento europeo.

La decisione è stata presa dalla Conferenza dei presidenti dell'Eurocamera. "Dopo il via libera della commissione Affari giuridici (Juri) - precisa il portavoce del Parlamento Ue - l'audizione di Oliver Varhelyi si terrà tra le ore 8 e le 11 nella commissione Affari esteri, quella di Adina Valean tra le 13 e le 16 nella commissione Trasporti (Tran) e quella di Thierry Breton tra le 13 e le 16 di fronte alle commissioni Mercato interno e industria". La commissione Juri si riunirà il prossimo 12 novembre tra le 10 e le 12,30 per valutare il possibile conflitto di interessi dei tre commissari designati.

La nuova Commissione europea a guida Ursula von der Leyen deve ottenere l'approvazione del Parlamento (a maggioranza dei voti espressi) prima di potersi insediare. Il voto in plenaria si terrà il prossimo 27 novembre a Strasburgo, ma solo se i tre candidati commissari, l'ungherese Oliver Varhelyi, la romena Adina Valean ed il francese Thierry Breton, riusciranno a superare le audizioni. Lo rende noto il Parlamento europeo. 

Le audizioni, precisa il Parlamento, saranno seguite da riunioni in cui il presidente e i rappresentanti dei gruppi politici (coordinatori) delle commissioni parlamentari valuteranno le prestazioni dei commissari designati. La Conferenza dei presidenti di commissione valuterà i risultati delle audizioni nella serata del 14 novembre e trasmetterà le sue conclusioni alla Conferenza dei presidenti. Quest'ultima condurrà la valutazione finale e deciderà se chiudere le audizioni nella riunione del 21 novembre. Prima della votazione a Strasburgo, la presidente eletta della Commissione, Ursula von der Leyen, presenterà alla Plenaria il Collegio dei commissari al completo e il suo programma. Alla sua dichiarazione seguirà una discussione. Una volta eletta dal Parlamento, la Commissione è formalmente nominata dal Consiglio europeo, che delibera a maggioranza qualificata.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: