Migranti: Frontex, a luglio leggero aumento arrivi in Ue, +4%

Ma nei primi sette mesi sono calati del 30% rispetto al 2018

Redazione ANSA

BRUXELLES - Leggero aumento degli arrivi irregolari di migranti a luglio in Europa: rispetto a giugno, sono saliti del 4% (ovvero 10.500 ingressi). Ma se si considerano i primi sette mesi del 2019, gli arrivi sono calati del 30% rispetto a un anno fa (quando erano 54.300). Lo rende noto Frontex.

La rotta più battuta è il Mediterraneo orientale, che ha visto circa 5.800 migranti a luglio. Nei primi sette mesi invece, c'è stato un calo del 6% tranne che nelle isole greche dove si è registrato un aumento. Sono soprattutto gli afghani ad usare la rotta orientale. Quella del Mediterraneo occidentale, da cui arrivano i migranti dell'Africa sub-sahariana, ha visto un aumento del 22% (2.900) rispetto a giugno, ma sui sette mesi c'è stato invece un calo del 41% (13.000). Attraverso la rotta del Mediterraneo centrale sono passati 1.100 migranti, 4.900 sui sei mesi, cioè un quarto dello stesso periodo del 2018.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: