Eusalp, cambiamento climatico priorità della presidenza Francia

A Milano Forum della macroregione alpina che chiude anno Italia

Redazione ANSA MILANO

MILANO - La lotta al cambiamento climatico sarà la priorità della presidenza francese per il 2020 di Eusalp, la Strategia macroregionale delle Alpi che raggruppa 48 Regioni di sette Paesi, cinque dell'Unione europea - Italia, Francia, Germania, Austria e Slovenia - e due extra Ue, Svizzera e Liechtenstein. A indicare l'obiettivo è stato ieri il prefetto francese Cécile Bigotte, durante l'Assemblea del Terzo Forum annuale di Eusalp in programma per due giorni a Milano, a Palazzo Lombardia.

La due giorni sancisce di fatto la chiusura dell'anno italiano, coordinato dalla Regione Lombardia, e il passaggio alla presidenza francese. Tra gli ospiti di oggi sono attesi il presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte e il Commissario europeo per la politica di vicinato Johannes Hahn, accolti dal governatore lombardo Attilio Fontana.

L'Assemblea di ieri si è chiusa con l'approvazione all'unanimità della 'Dichiarazione congiunta dei Paesi e delle Regioni Eusalp'. "La nostra Strategia è nata dal basso. Arriva dai territori e quindi è giusto rivendicare un maggior coinvolgimento nelle scelte politiche", ha spiegato al termine dei lavori l'assessore lombardo all'Ambiente con delega a Eusalp Raffaele Cattaneo. In vista del prossimo settennato 2021-2017, alla Commissione Ue "chiediamo che le Strategie macroregionali siano più chiaramente inserite all'interno della programmazione delle politiche di coesione per l'utilizzo dei fondi europei", ha aggiunto Cattaneo, nello specifico inserendo "meccanismi premianti e forme di accesso agevolate per i progetti".

Cattaneo ha anche sottolineato i punti qualificanti della presidenza italiana di Eusalp. "Il primo - ha ricordato - è quello della green economy, che è stato il filo conduttore della nostra Presidenza e che, durante l'anno, è cresciuto d'importanza, fino a diventare il tema centrale del programma della nuova Commissione europea".

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L'autore è il solo responsabile di questa pubblicazione e la Commissione declina ogni responsabilità sull'uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute."