Toscana, 6 milioni per sicurezza lavoratori porti

Tre bandi finanziati da risorse Por Fesr

Redazione ANSA FIRENZE

FIRENZE - Ammontano a 6 milioni di euro le risorse messe a disposizione dalla Regione Toscana attraverso tre bandi per la sicurezza dei lavoratori di porti commerciali, logistica e cantieri. I bandi, già aperti e gestiti da Toscanamuove, sono rivolti a imprese che investono in macchinari, attrezzature e software destinati a migliorare i livelli di salute e sicurezza dei lavoratori.

Il primo bando, dedicato al 'miglioramento della condizioni di salute e sicurezza dei lavoratori delle imprese operanti nei porti commerciali toscani', spiega una nota, è rivolto ai porti di Marina di Carrara, Livorno, Capraia, Piombino, Portoferraio, Rio Marina e Cavo. L'intervento prevede una dotazione finanziaria di 3 milioni di euro ed è cofinanziato dal Programma operativo regionale Por Fesr 2014-20.

Gli altri due bandi riguardano rispettivamente la concessione di prestiti per il miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza dei lavoratori delle imprese che operano in cantieri edili e navali e nella logistica. Entrambi hanno una dotazione di 1,5 milioni di euro, sono anch'essi cofinanziati dal Por Fesr 2014-20 e sono tesi ad incentivare, attraverso il prestito a tasso zero, investimenti in macchinari, impianti e beni intangibili di accompagnamento nei processi di riorganizzazione e ristrutturazione.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L'autore è il solo responsabile di questa pubblicazione e la Commissione declina ogni responsabilità sull'uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute."