Maltempo: dal Parlamento europeo 277 milioni all'Italia

Per i danni delle piogge del 2018. Fondi serviranno a ricostruire

Redazione ANSA

STRASBURGO - Il Parlamento europeo ha approvato uno stanziamento di oltre 293 milioni di euro in aiuti dal Fondo di solidarietà Ue, in seguito agli eventi meteorologici estremi del 2018 in Italia, Austria e Romania. La maggior parte dello stanziamento, 277 milioni, andrà proprio all'Italia e i fondi dovranno essere utilizzati per la ricostruzione nelle regioni colpite. Nell'autunno del 2018 quasi tutte le regioni italiane sono state interessate da forti piogge, venti, inondazioni e frane, con diversi morti e danni materiali.

I danni provocati dal maltempo sono stati gravi interruzioni delle reti stradali e fluviali, allagamenti di edifici pubblici e privati, interruzioni delle reti elettriche e del gas, oltre a perdite significative nei settori del legname e del turismo. I finanziamenti sono stati varati con 645 voti a favore, 18 contrari e 30 astenuti. I 293,5 milioni di euro del Fondo di solidarietà dell'Unione europea sono così ripartiti: 277,2 milioni di euro per l'Italia, 8,1 milioni di euro per l'Austria e 8,2 milioni di euro per la regione nordorientale della Romania. 

"Il voto di oggi dimostra che esiste un'Europa vicina ai bisogni dei cittadini e in grado di dimostrare solidarietà e aiuto, analogamente a quanto accaduto dopo il terremoto del 2016 quando abbiamo approvato un piano di aiuti di 1,2 miliardi di euro. Ora l'azione è nelle mani del governo italiano, che mi auguro deciderà la ripartizione del Fondo sul territorio nazionale nel più breve tempo possibile". Così l'europarlamentare Herbert Dorfmann (Svp-Ppe), membro della commissione bilanci, commenta il via libera di Strasburgo allo stanziamento di 277 milioni del Fondo di solidarietà Ue a favore dell'Italia dopo le alluvioni dell'autunno 2018. "Tutta Italia, compreso il mio territorio a seguito della tempesta Vaia, aveva subito danni enormi - ha aggiunto Dorfmann in una nota - già durante la scorsa legislatura avevo chiesto l'immediata attivazione del Fondo di Solidarietà europeo. Sono soddisfatto che questo intervento finanziario sia stato approvato definitivamente".

"Il voto del Parlamento Ue che ha approvato lo stanziamento di 277,2 milioni di euro per 15 Regioni italiane colpite dall'ondata di maltempo nell'ottobre 2018, in primis Veneto, Friuli Venezia Giulia, Trentino Alto Adige ed Emilia Romagna, è una buona notizia che porta un aiuto concreto a tutti i nostri territori messi in ginocchio da quelle devastanti calamità". Così l'europarlamentare della Lega Mara Bizzotto.

"L'Europa che serve è quella vicina ai bisogni reali dei cittadini. L'Europa che ci piace è composta da nazioni indipendenti, ma solidali tra loro". Con queste parole la delegazione di Fratelli d'Italia al Parlamento europeo - composta da Raffaele Fitto (co-presidente Ecr), Carlo Fidanza (capo delegazione Fdi), Nicola Procaccini, Raffaele Stancanelli e Pietro Fiocchi - accoglie il voto odierno dell'aula sulla mobilitazione di 277,2 milioni di euro del Fondo europeo di solidarietà a beneficio dell'Italia dopo le alluvioni dell'autunno 2018. "Si tratta di uno stanziamento molto parziale rispetto al totale dei danni subiti in quei drammatici giorni, ma comunque positivo - continuano gli europarlamentari - il nostro auspicio per il futuro è che il Fondo di solidarietà e il meccanismo europeo di protezione civile evolvano in un vero e proprio sistema di prevenzione del rischio sismico e idrogeologico adeguatamente finanziato dall'Ue".

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L'autore è il solo responsabile di questa pubblicazione e la Commissione declina ogni responsabilità sull'uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute."