Costruzioni e restauro, Emilia-Romagna investe 3,7 milioni euro in ricerca

Finanziati 6 progetti, anche formazione post eventi catastrofici

Redazione ANSA BOLOGNA

BOLOGNA - La ricerca e l'innovazione tecnologica nel settore delle costruzioni e del restauro, la promozione internazionale delle imprese emiliano-romagnole del comparto del restauro nonché una "Summer school after damages" che, partendo dall'esperienza maturata a seguito al sisma che ha colpito l'Emilia nel 2012, formi esperti internazionali sulla riduzione e gestione del rischio legato agli impatti di eventi naturali catastrofici. Sono alcuni dei contenuti di sei progetti e programmi sostenuti dall'Emilia-Romagna con risorse regionali ed europee Por Fesr 2014-2020 per un ammontare complessivo di 3,7 milioni di euro.

Saranno realizzati dalle Università di Ferrara, Bologna e Parma, Assorestauro e dal Clust-ER Build, comunità di soggetti pubblici e privati quali atenei, centri di ricerca, imprese, enti di formazione. Nei prossimi giorni le iniziative finanziate saranno illustrate anche nell'ambito della 26/ma edizione del Salone internazionale del Restauro che si terrà a Ferrara, dal 18 al 20 settembre, assieme a RemTech Expo, evento internazionale specializzato su bonifiche, rischi ambientali e naturali, sicurezza, manutenzione, riqualificazione, rigenerazione del territorio, cambiamenti climatici e chimica verde e sostenibile.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L'autore è il solo responsabile di questa pubblicazione e la Commissione declina ogni responsabilità sull'uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute."