Interreg Italia-Francia, assegnato il 93% delle risorse

Per 98 progetti. 4 assi intervento programma, 200 milioni il budget

Redazione ANSA FIRENZE

FIRENZE - Già assegnate il 93% delle risorse, a 98 progetti di cui 89 coinvolgono partner toscani. Con l'avviso uscito a marzo 2019 (scadenza prorogata al 21 giugno 2019) si arriverà ad impegnare il 100% delle risorse finanziando interventi per l'acquisizione di servizi da parte delle imprese, per la realizzazione di un servizio di intelligence Ict per la mobilità intermodale dei passeggeri e un osservatorio transfrontaliero per il monitoraggio della qualità dell'aria nei porti. Questi alcuni dati, secondo il monitoraggio effettuato dalla Regione Toscana, di Interreg Italia-Francia Marittimo 2014-2020, il programma transfrontaliero cofinanziato dal Fondo europeo per lo sviluppo regionale (Fesr).

Interreg ha un budget finanziario di quasi 200 milioni, cofinanziato dal Fesr per quasi 170 milioni. Coinvolge circa 6,5 milioni di abitanti e favorisce la cooperazione tra regioni italiane e francesi del mare Mediterraneo settentrionale: sono coinvolte cinque province della costa Toscana - Grosseto, Livorno, Massa Carrara, Lucca e Pisa -, Corsica, Sardegna, Liguria, i dipartimenti francesi delle Alpi-marittime e del Var in Provence-Alpes-Côte d'Azur. Quattro gli assi di intervento finalizzati a creare un'area mediterranea competitiva e sostenibile: 'crescita e occupazione' nelle filiere della nautica e del turismo sostenibile; 'ambiente sicuro' da difendere dai rischi derivanti dal cambiamento climatico e dalle attività umane; 'patrimonio, bene comune' per migliorare la difesa e la valorizzazione del patrimonio naturale e culturale; 'distanze ridotte' per lo sviluppo diffuso delle reti di connessioni terrestri e marittime.

Il programma si sviluppa in parziale continuità con il programma di cooperazione transfrontaliera Italia-Francia marittimo 2007-2013 che durante lo scorso settennato ha finanziato 87 progetti.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L'autore è il solo responsabile di questa pubblicazione e la Commissione declina ogni responsabilità sull'uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute."