Lezzi, Puglia tra più veloci Sud su fondi Ue

Ministro ha incontrato governatore Emiliano

Redazione ANSA BARI

BARI - Lo stato di salute della spesa dei fondi europei in Puglia "è buono. La Puglia è tra le regioni del Mezzogiorno, quella che spende più velocemente". Lo ha detto lunedì il ministro per il Sud, Barbara Lezzi, al termine di un incontro con il presidente della Regione, Michele Emiliano, per verificare lo stato di attuazione dei fondi europei.

"Posso andare in Europa e orgogliosamente dire che la Puglia è una delle Regioni che spende più velocemente - ha detto il ministro Lezzi - e quindi posso anche pretendere delle semplificazioni e dei passi nei nostri riguardi, per il nostro Paese da parte della Commissione europea, degli altri Paesi con cui sto seguendo il negoziato per i nuovi fondi, proprio perché c'è una certa dose di buone pratiche che provengono da alcune regioni tra cui la Puglia". Lezzi ha sottolineato che "nel 2018 la Puglia ha rendicontato il 118%" rispetto all'obiettivo di fine anno, "così come altre Regioni come la Sicilia e la Campania che sono andate anche un po' oltre il minimo. Mi auguro di continuare. Adesso ho trovato conferma che si sta procedendo in maniera celere ed efficiente".

Il ministro ha spiegato di aver già visitato la Campania e di avere in programma prossime tappe in "Calabria, Sardegna e tutte le altre regioni, perché contrariamente all'anno scorso vorrei essere vicina alle regioni non soltanto a ridosso della scadenza ma, dal momento che per questa programmazione è prevista una rendicontazione ogni anno fino al 2023, allora mi sembra il caso di visitare le Regioni per tempo, così se hanno bisogno di aiuto noi ci siamo. Sostanzialmente è una dimostrazione di leale collaborazione, così come deve essere, e di sinergia per fare bene per il nostro Paese".

"Stiamo lavorando bene, su questo non c'è dubbio", infatti l'avanzamento della spesa per i fondi europei e lo stato di attuazione del Patto per la Puglia "è in piena e positiva esecuzione", ha dichiarato dal canto suo il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano. "È la prima volta che un ministro per il Sud segue la spesa come fa il ministro Lezzi" ha detto il presidente Emiliano, evidenziando che "c'è una visione politica della spesa, nel senso che noi non ci limitiamo a fare solo conti, ma ragioniamo sulla necessità della Puglia, che il ministro conosce, ed è inutile dire che la sua mediazione in Consiglio dei Ministri sulle varie questioni che riguardano la Puglia è molto importante. Nell'ottica istituzionale questo mi fa essere orgoglioso della componente pugliese di altissimo profilo che è nel nostro Governo".

"Naturalmente lo sforzo di una Regione come la Puglia - ha aggiunto Emiliano - deve essere quello di sostenere la spesa presso le stazioni appaltanti, i Comuni ad esempio che hanno strutture deboli". Nel dettaglio, per quanto riguarda il POR, l'obiettivo per il 2018 è stato raggiunto con il 118% rispetto alla spesa minima imposta da Bruxelles. Per quanto riguarda, invece, il "Patto per la Puglia", a fronte del 3% della spesa in programmazione (interventi per la sicurezza ferroviaria e interventi per la riqualificazione delle aree di insediamento produttivo), il 63% del totale risulta in corso, e la parte restante è in fase di progettazione tecnica.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L'autore è il solo responsabile di questa pubblicazione e la Commissione declina ogni responsabilità sull'uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute."