Cretu, Piemonte prima regione per uso fondi Ue

All'Italia nel periodo 2021-2027 il 7% in più causa crisi

Redazione ANSA TORINO

TORINO - "Il Piemonte è la prima regione in Italia per l'utilizzo dei fondi europei, specialmente nella ricerca, un case history da studiare in vista della prossima programmazione degli stanziamenti 2021-2027 che vedranno un aumento di fondi per l'Italia del 7% rispetto all'attuale". Lo hanno affermato oggi a Torino, Corina Cretu, commissaria europea allo Sviluppo Regionale e Mercedes Bresso, parlamentare europea, insieme alle assessore regionali al Lavoro, Gianna Pentenero, e all'Industria, Giuseppina De Santis. "Il Piemonte - ha aggiunto Cretu - ha beneficiato nel periodo 2014-2020 di 2 miliardi di euro di investimenti attraverso il Fondo di Sviluppo Regionale ed il Fondo Sociale. Molto è stato fatto e molto si sta facendo, si pensi ai restauri di musei quali l'Egizio e la Reggia di Venaria, ma anche al supporto a 9.200 imprese, lo sviluppo turistico e l'accesso alla banda larga per 85.000 case".

"Il Parlamento Europeo - ha aggiunto Bresso - sta rivedendo le sue politiche di finanziamento in quanto non è più corretto differenziare i territori tra ricchi e poveri, città e campagne, Nord e Sud, perché anche nelle aree più ricche ci sono sacche di povertà. I fondi verranno più 'regionalizzati'. All'Italia andrà il 7% in più, quando verranno approvare le proposte al vaglio, entro fine 2019, per la lunga crisi patita". La commissaria Cretu, ha visitato oggi, tra l'altro, il Museo Egizio e il Biondustry Park. Domani incontrerà il presidente della Regione, Sergio Chiamparino e la sindaca Chiara Appendino.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L'autore è il solo responsabile di questa pubblicazione e la Commissione declina ogni responsabilità sull'uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute."