Fondi Ue a 3 progetti per collegare il Veneto all'Europa

Verona città che avrà più risorse per ferrovie, merci e digitale

Redazione ANSA

BRUXELLES - Luce verde della Commissione Ue al finanziamento di tre progetti infrastrutturali che coinvolgono direttamente il Veneto. Verona è la città che beneficerà maggiormente della decisione, essendo coinvolta in tutte e tre le iniziative approvate all'interno di un pacchetto di 69 beneficiarie di 421 milioni di euro attraverso lo strumento 'Connecting Europe facility' (Cef).

Il primo progetto si inserisce all'interno del masterplan regionale veneto per il trasporto merci, vale in totale 4 milioni di euro (50% da casse Ue), e riguarda tre piattaforme multimodali a Verona, Padova e Venezia. In particolare, l'azione contribuirà alla progettazione di un ponte ferroviario a Venezia, di uno snodo ferroviario a Padova che venga incluso nel corridoio europeo Baltico-Adriatico, e di un interporto di smistamento a Verona.

Il secondo progetto vale quasi 19 milioni di euro (la metà da fondi Ue) e prevede di equipaggiare con il sistema Ertms i 110km del tratto ferroviario fra Verona e Bologna, che fa parte del corridoio Scandinavo-Mediterraneo. Il sistema 'European railway traffic management system' serve a migliorare la gestione del traffico ferroviario ed è stato progettato per favorire l'interoperabilità dei treni in Europa.

Ultimo progetto approvato è 'C-roads Italy 2', e renderà più digitali e 'intelligenti' i tre nodi urbani di Verona, Torino e Trento, permettendo di testare nuove tecnologie. Il contributo europeo è di 6,87 milioni di euro, la metà del suo valore totale.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L'autore è il solo responsabile di questa pubblicazione e la Commissione declina ogni responsabilità sull'uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute."