Valle d'Aosta, procura della Corte dei Conti apre un fascicolo sui fondi Fse

Per mancata spesa risorse pari a 3 milioni di euro

Redazione ANSA AOSTA

AOSTA - La procura regionale della Corte dei Conti della Valle d'Aosta ha aperto un fascicolo sulla mancata spesa nel 2018 delle risorse del Fondo sociale europeo (Fse). Ad occuparsi della vicenda è il procuratore Massimiliano Atelli. "Sviluppo economico del territorio - dichiara nella relazione per l'inaugurazione dell'anno giudiziario 2019 - si può e si deve fare non solo con risorse italiane, ma anche con quelle comunitarie. Si è recentemente appreso che la Valle d'Aosta è l'unica regione italiana che non è riuscita a spendere diversi milioni di euro di Fse che dovevano essere impiegati per raggiungere, entro un certo tempo, gli obiettivi di settore prestabiliti". "Per conseguenza - ha aggiunto - la Valle d'Aosta rischia ora di perdere ulteriori milioni di fondi comunitari che avrebbe potuto invece utilizzare, in aggiunta alle risorse proprie, per finanziare utili politiche regionali". L'ammontare della mancata spesa è di circa 3 milioni di euro nel 2018 e le difficoltà potrebbero riproporsi anche nel 2019.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L'autore è il solo responsabile di questa pubblicazione e la Commissione declina ogni responsabilità sull'uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute."