Ue: media, ex ministro Breton tra papabili del dopo-Goulard

Canard, è il candidato 'preferito' da Macron per commissione Ue

Redazione ANSA

PARIGI - Ancora totonomi sul futuro commissario francese a Bruxelles dopo la bocciatura della candidata Sylvie Goulard durante l'audizione al Parlamento europeo. Secondo il settimanale Le Canard Enchainé, in edicola domani, l'ex ministro Thierry Breton, sarebbe l'opzione preferita dal presidente Emmanuel Macron per prendere il posto della sfiduciata al Mercato Interno. Un'ipotesi, che almeno per ora, non trova alcun riscontro ufficiale. Nato a Parigi il 15 gennaio del 1955, Breton è stato manager di grandi gruppi come Bull, Thomson e France Telecom oltre che ministro dell'Economia e delle Finanze tra il febbraio 2005 e il maggio 2007, sotto alla presidenza di Jacques Chirac. 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"Il progetto è stato cofinanziato dall'Unione europea nel quadro del programma di sovvenzioni del Parlamento europeo nell'ambito della comunicazione. Il Parlamento europeo non ha partecipato alla sua preparazione e non è in alcun modo responsabile delle informazioni o dei punti di vista espressi nel quadro del progetto, né si considera da essi vincolato. Gli autori, le persone intervistate, gli editori o i distributori del programma ne sono gli unici responsabili, conformemente al diritto applicabile. Inoltre il Parlamento europeo non può essere ritenuto responsabile di eventuali danni diretti o indiretti derivanti dalla realizzazione del progetto."