Ue, discussione costruttiva tra von der Leyen e Macron

Presidente designata in contatto anche con Ungheria e Romania

Redazione ANSA

BRUXELLES - "Ursula von der Leyen era a Parigi dove ha avuto una discussione buona e costruttiva" con il presidente francese Emmanuel Macron alla luce della bocciatura della candidata designata da Parigi Sylvie Goulard nelle audizioni del Parlamento europeo. Von der Leyen "è anche in contatto con le altre due controparti, quella ungherese e romena". Così la portavoce della Commissione europea Mina Andreeva precisando che "la palla è adesso nelle mani dei tre paesi e non della Commissione europea o della presidente eletta" e "che la situazione è complessa" e "ogni giorno che passa senza dei nuovi nomi crea difficoltà nel rispetto della procedura che è già complessa". 

La portavoce della Commissione Ue ha poi ricordato che in "Romania c'è al momento una situazione interna complessa dal punto di vista politico che conferma" lo stallo sul processo delle nomine dei candidati commissari. Andreeva ha poi precisato che il "processo prevede tre tappe, la prima con i tre paesi che dovranno proporre dei nomi" e poi quella successiva quando le nuove personalità saranno 'sentite' dalla presidente eletta. La terza tappa è quella al Parlamento europeo e prevede le audizioni all'Eurocamera di quelle personalità che "saranno diventati commissari designati grazie ad un accordo comune tra la presidente ed il Consiglio".

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"Il progetto è stato cofinanziato dall'Unione europea nel quadro del programma di sovvenzioni del Parlamento europeo nell'ambito della comunicazione. Il Parlamento europeo non ha partecipato alla sua preparazione e non è in alcun modo responsabile delle informazioni o dei punti di vista espressi nel quadro del progetto, né si considera da essi vincolato. Gli autori, le persone intervistate, gli editori o i distributori del programma ne sono gli unici responsabili, conformemente al diritto applicabile. Inoltre il Parlamento europeo non può essere ritenuto responsabile di eventuali danni diretti o indiretti derivanti dalla realizzazione del progetto."