M5S, bene incontro con von der Leyen, stesse priorità

'Sul salario minimo e sull'immigrazione. Ma ora servono i fatti'

Redazione ANSA

BRUXELLES - "Un incontro positivo con Ursula von der Leyen, abbiamo avuto una discussione franca, anche molto gradevole. Lei ha puntualizzato alcune delle priorità del suo impegno che sono anche le nostre, come quella per il salario minimo europeo e una visione dell'Europa e dell'Italia sui flussi migratori che condividiamo". Così Tiziana Beghin, capogruppo M5S al Parlamento Ue. "Ci ha fornito elementi su cui discuteremo in delegazione e a livello di capo politico e con il premier Conte faremo una riflessione basata su parole positive che però vogliono dei fatti".

La candidata designata dai Ventotto per la presidenza alla Commissione europea Ursula von der Leyen "è stata molto chiara su questo punto, non ha dato alcuna indicazione, ma posso dire che sicuramente gli accordi che sono stati presi saranno molto possibilmente rispettati". Così Tiziana Beghin, capogruppo M5S rispondendo ai giornalisti che le chiedevano se nell'incontro con von der Leyen si sia parlato dell'accordo sui commissari, in particolare sul portafoglio dell'Italia. 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"Il progetto è stato cofinanziato dall'Unione europea nel quadro del programma di sovvenzioni del Parlamento europeo nell'ambito della comunicazione. Il Parlamento europeo non ha partecipato alla sua preparazione e non è in alcun modo responsabile delle informazioni o dei punti di vista espressi nel quadro del progetto, né si considera da essi vincolato. Gli autori, le persone intervistate, gli editori o i distributori del programma ne sono gli unici responsabili, conformemente al diritto applicabile. Inoltre il Parlamento europeo non può essere ritenuto responsabile di eventuali danni diretti o indiretti derivanti dalla realizzazione del progetto."