Accordo Eurocamera-Consiglio per più partecipazione cittadini all'Ue

Raggiunta intesa informale per riformare iniziativa popolare

Redazione ANSA

BRUXELLES - Aumentare la partecipazione dei cittadini europei alle decisioni dell'Ue, rendendo più facile lanciare iniziative popolari sulle proposte legislative: è l'obiettivo dell'accordo informale raggiunto dall'Eurocamera e dal Consiglio dell'Ue. L'iniziativa popolare, strumento di democrazia partecipativa che consente ai cittadini di sottoporre proposte legislative, sarà potenziato rendendo possibile la raccolta firme online e una piattaforma collaborativa per offrire assistenza pratica agli organizzatori. Tutte le informazioni e il sistema centrale di raccolta dovranno inoltre essere resi accessibili in modo semplice alle persone con disabilità. In virtù dell'accordo - che dovrà ora ricevere l'ok formale dal Pe e dal Consiglio - la Commissione dovrà tradurre d'ora in poi le iniziative popolari in tutte le lingue ufficiali dell'Ue. Dopo la registrazione dell'iniziativa gli organizzatori avranno sei mesi anziché gli attuali tre per scegliere quando avviare la raccolta firme. 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"Il progetto è stato cofinanziato dall'Unione europea nel quadro del programma di sovvenzioni del Parlamento europeo nell'ambito della comunicazione. Il Parlamento europeo non ha partecipato alla sua preparazione e non è in alcun modo responsabile delle informazioni o dei punti di vista espressi nel quadro del progetto, né si considera da essi vincolato. Gli autori, le persone intervistate, gli editori o i distributori del programma ne sono gli unici responsabili, conformemente al diritto applicabile. Inoltre il Parlamento europeo non può essere ritenuto responsabile di eventuali danni diretti o indiretti derivanti dalla realizzazione del progetto."