Europee: gruppo Enf silura l'uomo di Bannon a Bruxelles

Ma aperti dialogo con ex stratega Trump. Anche Lega si distanzia

Redazione ANSA

BRUXELLES - Il gruppo Europa delle Nazioni e della Libertà all'Europarlamento (Enf), di cui fanno parte la Lega e l'ex Fn francese, il Rassemblement national, resta interessato a dialogare con l'ex consigliere della Casa Bianca Steve Bannon, ma per il momento non aderisce al suo progetto di unire tutte le forze sovraniste alle elezioni europee. Lo schieramento ha preso le distanze dalle dichiarazioni del politico belga Mischael Modrikamen, co-fondatore del movimento lanciato da Bannon, ma - assicurano dal gruppo - non con l'intenzione di chiudere all'ex consigliere di Trump.

"Abbiamo incontrato più volte Steve Bannon, siamo interessati alla sua iniziativa ma non vogliamo lavorare con Modrikamen", spiega il co-presidente del gruppo europarlamentare Enf, l'eurodeputato francese di Rn Nicolas Bay. A urtare la sensibilità dei partiti rappresentati nel board del gruppo europarlamentare, è il fatto che il politico belga abbia parlato a nome dell'Enf. Borghezio spiega che quella del gruppo contro Modrikamen è stata una "posizione prudenziale", "burocratica", perché il politico belga non poteva parlare a nome dell'intero schieramento. Borghezio assicura anche che per il momento l'ipotesi dell'adesione della Lega al movimento di Bannon non è sul tavolo. "Non siamo la sezione italiana del movimento di Bannon", insiste l'europarlamentare sottolineando che la Lega è proiettata verso "uno schieramento europeo", mentre l'ex consigliere di Trump "ha creato un movimento che dialoga con l'Europa, ma che non nasce in Europa".

L'eurodeputato leghista non esclude quindi un'eventuale partecipazione del gruppo al summit di "The Movement" a gennaio, ma ribadisce l'estraneità della Lega al progetto di Bannon. "Mi ha anche un po' stupito - sottolinea Borghezio - il fatto che Fratelli d'Italia si sia immediatamente affiliata" a 'The Movement'. Lo stesso ex stratega di Trump negli Usa non gode più di grande popolarità, né tra gli elettori né tra i repubblicani: all'ultimo comizio per la campagna elettorale di Midterm a Buffalo, ad ascoltarlo c'erano appena 200 persone e nessun esponente politico.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"Il progetto è stato cofinanziato dall'Unione europea nel quadro del programma di sovvenzioni del Parlamento europeo nell'ambito della comunicazione. Il Parlamento europeo non ha partecipato alla sua preparazione e non è in alcun modo responsabile delle informazioni o dei punti di vista espressi nel quadro del progetto, né si considera da essi vincolato. Gli autori, le persone intervistate, gli editori o i distributori del programma ne sono gli unici responsabili, conformemente al diritto applicabile. Inoltre il Parlamento europeo non può essere ritenuto responsabile di eventuali danni diretti o indiretti derivanti dalla realizzazione del progetto."