Ue-Islanda: via libera Parlamento a nuovi accordi agricoli

Protette oltre 1.150 Dop e Igp Ue sul mercato islandese

Redazione ANSA BRUXELLES

BRUXELLES - Gli agricoltori italiani ed europei potranno rafforzare le loro esportazioni verso l'Islanda con l'assicurazione che denominazioni e indicazioni geografiche protette (Dop e Igp) - oltre 1.150 di cui l'Italia è leader - verranno tutelate sul mercato islandese. Dal canto suo l'Islanda potrà incrementare l'export di skyr (formaggio morbido a base di latte acido) sul mercato europeo. E' quanto prevede il via libera dato nei giorni scorsi dal Parlamento europeo al rinnovo di due accordi agricoli tra Bruxelles e Reykjavik, nell'ambito dello Spazio economico europeo.

 

L'obiettivo: aumentare ulteriormente gli scambi nel settore agroalimentare tra le due parti. In base al testo, l'Ue rafforzerà ulteriormente le sue esportazioni di formaggi e carni sul mercato islandese. Di fatto, se si escludono i latticini fermentati, tutti i prodotti agricoli trasformati saranno esenti da diritti doganali.

 

I principali prodotti esportati dall'Europa sono gli ortofrutticoli e i cereali, mentre l'Islanda invia verso il mercato comunitario alghe marine, carne ovina, cavalli vivi e articoli di pelletteria. Il valore degli scambi agroalimentari resta fortemente a vantaggio dell'Ue: già nel 2015 l'export europeo rappresentava 290 milioni di euro contro i 44 milioni di quello islandese.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L'autore è il solo responsabile di questa pubblicazione e la Commissione declina ogni responsabilità sull'uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute."