Miele, la Cina è il principale fornitore Ue

In aumento valore di importazioni e esportazioni

Redazione ANSA BRUXELLES

BRUXELLES - Nel 2018 gli Stati membri dell'Ue hanno importato 208mila tonnellate di miele da Paesi extra Ue, di cui il 39% dalla Cina. Lo certifica Eurostat, che calcola il valore delle importazioni da Paesi terzi in 452 milioni di euro. L'Ue esporta solo 21mila tonnellate, con un valore di 119 milioni di euro. Rispetto al 2013, le importazioni di miele sono aumentate del 25% e le esportazioni del 40%.

La Germania è il primo paese importatore con 60mila tonnellate (29% del totale import), davanti a Regno Unito (45mila tonnellate, 22%), Belgio (22mila tonnellate, 11%), Polonia (21mila tonnellate, 10%) e Spagna (17mila tonnellate, 8%). L'Italia ha importato da Paesi extra Ue poco meno di 9mila tonnellate. Con 20mila tonnellate l'Ungheria è il più grande esportatore di miele nel mercato unico Ue, seguito da Belgio (19mila tonnellate, 14%), Spagna (18mila tonnellate, 13%), Germania (16mila tonnellate, 12%) e Polonia (15mila tonnellate, 11%).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L'autore è il solo responsabile di questa pubblicazione e la Commissione declina ogni responsabilità sull'uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute."