Da Belgio 10 milioni di euro per innovazione agricola e ricerca

Per estendere risorse genetiche settori banane, riso, patate

Redazione ANSA BRUXELLES

BRUXELLES - Il Belgio ha deciso di accordare nei prossimi quattro anni 10 milioni di euro all'innovazione in agricoltura, via la rete mondiale della ricerca agricola internazionale (Cgiar) che opera in favore della Cooperazione allo sviluppo. Tra i settori che si vuole rendere più produttivi e sostenibili quelli delle banane, del riso, delle patate. Lo ha annunciato a Bruxelles il ministro per la Cooperazione e lo sviluppo Alexander De Croo.

 

In particolare, una parte dei fondi andranno all'Università cattolica di Lovanio (Belgio) per l'ampliamento delle risorse genetiche degli alberi di banano. Il centro di ricerca belga dovrebbe contribuire a "modificare le piante in funzione del cambiamento climatico". L'obiettivo è migliorare la sicurezza alimentare e la qualità nutrizionale del prodotto nei Paesi in via di sviluppo. Fondi saranno anche destinati ad estendere la banca genetica di altre piante, come le patate.

 

Il Belgio intende poi elargire finanziamenti al Centro del riso per l'Africa (Africa Rice) che ha sede in Costa d'Avorio e che è molto attivo nei Paesi dell'Africa occidentale. Anche in questo caso l'obiettivo è il miglioramento della produttività e sostenibilità del settore.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L'autore è il solo responsabile di questa pubblicazione e la Commissione declina ogni responsabilità sull'uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute."