Arriva il camion a impatto zero per produrre biofuel dalle alghe

Nasce a Modena il progetto sperimentale per l'Ue

Redazione ANSA

BRUXELLES - Un camion laboratorio ad impatto zero, alimentato a biometano di origine vegetale. Si chiamerà Memo e girerà i paesi europei per dimostrare la perfomance di alghe hi-tech ideate da un'impresa italiana e chiamate Algamoil per il recupero dell'anidride carbonica e dei rifiuti organici agricoli quali pollina e residui di vinificazione. L'idea è della società Tere Group di Modena che, dopo Spagna, Brasile, Bulgaria e Francia è sbarcata in Lussemburgo per raggiungere i mercati di Germania e Benelux.

 

Insieme all'UniversitĂ  di Modena e Reggio Emilia e all'Istituto lussemburghese per la scienza e la tecnologia (List), Tere Group sta progettando il camion Memo con l'obiettivo non solo di dimostrare le potenzialitĂ  delle alghe come biocarburante avanzato, ma anche di aggiungere nel rimorchio un impianto per il trattamento delle alghe in miniatura che si autoalimenterĂ . Un "veicolo di ricerca scientifica per verificare la possibilitĂ  di far digerire ad Algamoil il liquame in uscita dalle stazioni di depurazione", ossia le acque reflue, spiega l'Amministratore Unico di Tere Group Lussemburgo Ruggero Marcato.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L'autore è il solo responsabile di questa pubblicazione e la Commissione declina ogni responsabilità sull'uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute."