Nel grossetano azienda riparte dalle bufale della Maremma

Dopo esperienza all'estero imprenditore lancia linea formaggi

Redazione ANSA BRUXELLES

BRUXELLES - Partire dal territorio, in concreto dalle bufale della Maremma, per trasformare l'azienda di famiglia ed innovare il mondo dei formaggi. Guido Pallini, esperienze di studio e lavoro all'estero, è tornato nel grossetano per lanciare la linea di formaggi la Maremmana del caseificio Inno al Sole. "E' un caseificio artigianale a conduzione familiare", racconta Pallini, "eravamo pastori due secoli fa, poi da nomadi siamo diventati agricoltori-allevatori, io sono subentrato in azienda 6-7 anni fa e quando ho rilevato l'azienda ho deciso di usufruire di un programma di sviluppo rurale" della Pac, la Politica agricola comune.

Nasce così il progetto, spiega ancora Pallini, realizzato con "altre 15 aziende nell'ottica dei piani integrati di filiera per dare valore aggiunto ai nostri prodotti, non vendere più solo latte e vegetali, ma prodotti finiti e trasformati". I piani di sviluppo rurale hanno coperto "circa il 50% degli investimenti fatti a fondo perduto", un apporto, racconta ancora il giovane imprenditore agricolo, "cruciali perché con la redditività attuale in agricoltura non si riuscirebbe a ripagare gli investimenti".

E questi investimenti hanno fruttato, il caseificio Inno al Sole lavora il latte aziendale prodotto a 500 metri dalle circa 400 bufale messe in produzione e alimentate quasi totalmente grazie al foraggio prodotto dai 300 ettari di seminativo che conta l'azienda. "La nostra filosofia di allevamento - chiarisce l'imprenditore - è basata sul concetto di benessere animale e di economia circolare". Il frutto del latte sono le mozzarella di bufala, "il cuore pulsante del caseificio e la regina delle vendite", ama chiamarle Pallini, ma anche burrata di bufala, yogurt, scamorza e caciocavallo, "prodotti abbastanza conosciuti nella tradizione dei formaggi di bufala".

Ma non solo: "per differenziarci e per permetterci anche di aggredire mercati esteri grazie ad una maggiore durata della conservazione", Inno al Sole si è inventata anche formaggi stagionati o semi stagionati ispirati a ricette di altri latti.

Tra questo il camembert di bufala, "un formaggio a crosta fiorita di ispirazione francese e piemontese e un formaggio più grande a crosta lavata ispirato al taleggio". Dalla Maremma con creatività.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L'autore è il solo responsabile di questa pubblicazione e la Commissione declina ogni responsabilità sull'uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute."