Comune Milano mette a bando 30 ettari per l'agricoltura 2.0

Progetto OpenAgri rivolto a giovani under 40, start-up e ong per nuovo polo nell'area sud di Milano

Redazione ANSA

MILANO - Il Comune di Milano mette a disposizione 30 ettari di terreni per lo sviluppo dell'agricoltura periurbana con il bando 'OpenAgri', aperto fino al 30 settembre. L'obiettivo, come sottolinea una nota del Comune, è quello di ricercare idee e progetti che uniscano innovazione tecnologica con la creazione di una nuova imprenditorialità nel settore agro-alimentare per valorizzare il patrimonio rurale milanese.

Con 'OpenAgri' il Comune punta a realizzare un nuovo polo per l'innovazione nell'agricoltura periurbana nell'area sud di Milano, tra il quartiere Corvetto e l'area 'Porto di Mare' e la campagna (Parco Agricolo sud). Un progetto finanziato dal bando Urban Innovative Actions con il fondo europeo di sviluppo regionale. In tutto circa 6 milioni di euro per la riqualificazione e integrazione tra spazi urbani e campagna.

Il bando è rivolto a imprenditori agricoli già attivi o aspiranti tali soprattutto giovani under 40, micro, piccole e medie imprese e start-up oltre a cooperative sociali, onlus e ong. "Grazie a questo provvedimento mettiamo a disposizione 30 ettari di spazi agricoli al fine di sperimentare progetti imprenditoriali per una agricoltura 2.0 - ha commentato l'assessore al Lavoro del Comune, Cristina Tajani -, in cui l'innovazione vada di pari passo con il recupero della tradizione toccando l'intero ciclo alimentare, dalla produzione, alla trasformazione, logistica, distribuzione, consumo e riciclo virtuoso degli scarti di lavorazione".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L'autore è il solo responsabile di questa pubblicazione e la Commissione declina ogni responsabilità sull'uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute."