Alimentare: ok commissione Agri Pe contro pratiche sleali

Verso il via libera finale in Plenaria a marzo

Redazione ANSA

BRUXELLES - Fronte comune dei deputati della commissione agricoltura del Parlamento europeo per l'ultimo voto in favore della direttiva Ue contro le pratiche commerciali sleali nella catena alimentare che ci sara' a marzo: su 44 votanti, si sono espressi a favore 38 deputati, quattro i contrari e 2 gli astenuti. Lo si apprende da Paolo De Castro, vicepresidente della ComAgri a Bruxelles. L'obiettivo della nuova direttiva Ue e' tutelare dal potere contrattuale della grande distribuzione organizzata gli anelli piu' deboli della filiera alimentare: agricoltori, produttori e gli stessi consumatori europei.

"Con il voto a grandissima maggioranza, l'86%, presso oggi dalla Commissione agricoltura del Parlamento europeo" si è la fine del tunnel, afferma in una nota Paolo De Castro, primo vicepresidente della Commissione agricoltura e relatore del dossier, "ora attendiamo solo l'imprimatur dell'Assemblea Plenaria nella sessione dell'11 marzo a Strasburgo per dare il via libera ufficiale al testo". "L'iter decisionale si concluderà in tempi da record e mi auguro - prosegue l'eurodeputato Pd - che l'Italia possa recepire il provvedimento entro il 2019. Sono fiducioso che questo avvenga in quanto già il progetto di direttiva Ue aveva ottenuto un'opinione favorevole all'unanimità da parte della Camera dei deputati". Per De Castro "è più che mai importante che la nuova direttiva Ue venga applicata al più presto a livello nazionale per garantire protezione e norme comuni a tutti i produttori europei che saranno in grado di difendersi dallo strapotere della grande distribuzione".  "Ora - precisa - il 100% degli agricoltori e il 99% delle aziende europee saranno tutelate da almeno 16 pratiche inique e inaccettabili". "Senza dimenticare - conclude De Castro - che l'applicazione rapida delle nuove regole è importante anche in vista delle 'turbolenze commerciali' che potrebbero prodursi in caso di un mancato accordo sulla Brexit tra Bruxelles e Londra".

"Un ulteriore passo avanti per il settore agroalimentare europeo è stato raggiunto oggi a Bruxelles grazie all'approvazione da parte della Commissione Agricoltura e Sviluppo Rurale del Parlamento europeo, dell'accordo raggiunto nel 'trilogo' con il Consiglio e la Commissione Ue, sulla direttiva contro le pratiche commerciali sleali nella filiera alimentare. Si va dunque verso il via libera finale, previsto a marzo in Plenaria", afferma Marco Zullo, europarlamentare M5S. "Dopo anni di attese e grazie alle nostre ferme ed incessanti richieste - afferma - finalmente è stata riconosciuta a livello europeo la necessità di avere delle norme quadro che, nel rispetto delle peculiarità degli ordinamenti nazionali, tutelino in modo chiaro ed efficace i piccoli agricoltori e produttori in generale, liberandoli dalla morsa e dalla pressioni dei grandi attori. Se ben applicate, queste regole restituiranno equitá e dignità agli anelli più deboli della filiera agroalimentare".

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L'autore è il solo responsabile di questa pubblicazione e la Commissione declina ogni responsabilità sull'uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute."