Agroalimentare, OriGIn: subito registro mondiale Dop e Igp

L'alleanza dei consorzi: paesi Ue aderiscano a carta Ginevra

Redazione ANSA BRUXELLES

BRUXELLES - Subito un registro internazionale dei prodotti a denominazione di origine (Dop) e indicazione geografica protetta (Igp). E' quanto chiede la sezione europea di OriGIn, l'alleanza mondiale dei prodotti alimentari con origine certificata, mentre è in corso l'assemblea dell'Organizzazione mondiale della proprietà intellettuale (Wipo) a Ginevra. L'opportunità di creare un vero registro passa dal numero di adesioni a un protocollo, la carta di Ginevra, approvato dalla stessa Wipo nel 2015. "Con una crescente domanda di denominazioni di origine e indicazioni geografiche nei mercati globali, la creazione di un registro internazionale rimane una priorità per produttori, trasformatori e distributori in tutto il mondo", dichiara il direttore di OriGIn Massimo Vittori.

"L'Ue nel suo complesso ha già avviato le procedure per aderire al sistema - aggiunge il presidente dell'organizzazione Claude Vermot-Desroches - e dovrebbe essere seguita da altri paesi, compresi i singoli Stati membri dell'Unione".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L'autore è il solo responsabile di questa pubblicazione e la Commissione declina ogni responsabilità sull'uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute."