Paesi Ue, serve più cooperazione contro le frodi alimentari

Aumentare collaborazione tra privati e autorità nazionali

Redazione ANSA BRUXELLES

BRUXELLES - Le frodi alimentari hanno costi stimati in circa 30 miliardi di euro l'anno, le norme Ue funzionano ma si devono applicare meglio, con la cooperazione tra le parti sia del settore agroalimentare sia delle autorità nazionali. Sono le conclusioni adottate oggi dai Paesi dell'Ue.

Il Consiglio invita la Commissione e gli Stati membri a stanziare risorse adeguate per garantire un'attuazione efficace della normativa comunitaria in vigore, grazie alla migliore comprensione dei criteri che determinano le frodi alimentari. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L'autore è il solo responsabile di questa pubblicazione e la Commissione declina ogni responsabilità sull'uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute."