Da api a clima, da Ue ok a tre iniziative dei cittadini

Partono raccolte firme su pesticidi ed emissioni zero al 2035

Redazione ANSA

BRUXELLES - Ridurre le emissioni dell'80% entro il 2030 e vietare i pesticidi di sintesi entro il 2035. Sono alcune delle richieste contenute nelle petizioni cui la Commissione ha dato il via libera oggi, nel quadro delle iniziative dei cittadini europei. Se le iniziative riusciranno a raccogliere un milione di firme da almeno un quarto dei paesi Ue entro fine anno, l'Esecutivo Ue dovrà rispondere. La prima iniziativa chiede all'Ue di cambiare la legislazione sul clima in modo da raggiungere zero emissioni nette nel 2035. La seconda campagna ammessa alla raccolta firme si prefigge di proteggere le api azzerando i pesticidi di sintesi entro la stessa data, con aiuti speciali agli agricoltori Ue durante la transizione a un nuovo modello agro-ecologico. Una terza raccolta firme propone tempi certi per tagliare i fondi di coesione e strutturali ai paesi di nuova adesione all'Ue con episodi di verificata corruzione sull'utilizzo dei fondi stessi.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L'autore è il solo responsabile di questa pubblicazione e la Commissione declina ogni responsabilità sull'uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute."