Contro sprechi alimenti serve alleanza pubblico-privato

World Resource Institute: dieci azioni per un'agenda globale

Redazione ANSA BRUXELLES

BRUXELLES - Le dieci più grandi aziende produttrici di alimenti del mondo dovrebbero impegnarsi con i loro venti fornitori principali a tagliare lo spreco di cibo entro il 2030. L'iniziativa "10X20X30" è una delle proposte contenute nel rapporto per un'agenda globale sullo spreco alimentare, pubblicato dal World Resource Institute. Lo studio suggerisce 10 azioni prioritarie da intraprendere a diversi livelli per raggiungere l'obiettivo per lo sviluppo sostenibile del dimezzamento dello spreco alimentare pro-capite entro il 2030. Tra le altre proposte, l'inclusione dell'azione contro sprechi e dispersione nei piani nazionali volontari per il clima previsti dall'accordo di Parigi, il finanziamento della ricerca in tecnologie di stoccaggio più efficienti e accessibili anche nelle aree povere del pianeta e alleanze pubblico-private contro lo spreco a livello nazionale. 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L'autore è il solo responsabile di questa pubblicazione e la Commissione declina ogni responsabilità sull'uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute."