Industria biopesticidi ricorre contro Commissione Ue

L'accusa: troppa lentezza su procedura autorizzazione semplice

Redazione ANSA BRUXELLES

BRUXELLES - L'Associazione internazionale dell'industria dei prodotti biologici usati nella lotta ai parassiti nei campi (Ibma) ha presentato al Mediatore Ue, Emily O'Reilly, un reclamo contro la Commissione europea per cattiva amministrazione. L'organizzazione, ha annunciato il direttore esecutivo David Cary durante un convegno all'Europarlamento, ha "preso questa decisione non facile" per ottenere "una procedura di autorizzazione accelerata dei pesticidi biologici a basso rischio", per i quali oggi si applicano le stesse regole di quelli sintetici. Lo stesso intervento legislativo era stato richiesto dall'Europarlamento nel 2017.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L'autore è il solo responsabile di questa pubblicazione e la Commissione declina ogni responsabilità sull'uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute."