Agricoltura Ue rende di più se è collaborativa

Ricerca Pegasus, dai network benefici per ambiente e società

Redazione ANSA BRUXELLES

BRUXELLES - Dal distretto del pomodoro tra Parma e Piacenza alla produzione bio del bergamotto in Calabria, dall'agricoltura 'a mosaico' del Portogallo ai sistemi per incentivare l'allevamento al pascolo in Olanda. Sono solo alcuni dei casi-studio selezionati dal Progetto Pegasus, finanziato dal programma Horizon2020, su filiere e territori in cui l'agricoltura è capace non solo di creare reddito per la singola azienda, ma anche benefici per gli ecosistemi e le comunità rurali.

 

Tutti gli esempi riguardano progetti basati sull'impegno collettivo, la fiducia reciproca e la collaborazione di più attori diversi, come agricoltori, istituzioni locali, aziende della trasformazione e rivenditori. Secondo le raccomandazioni conclusive di Pegasus, che per l'Italia ha visto la partecipazione del Crea, la Pac del futuro dovrebbe ridisegnare assetto e finanziamento dei servizi di consulenza aziendale per incentivare la creazione di network sul territorio, lo scambio di conoscenze e lo sviluppo di capacità.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

"Il presente progetto è finanziato con il sostegno della Commissione europea. L'autore è il solo responsabile di questa pubblicazione e la Commissione declina ogni responsabilità sull'uso che potrà essere fatto delle informazioni in essa contenute."