Due prelievi organi impegnano 50 medici

Fegato e reni trapiantati, intervento per 30 ore consecutive

Redazione ANSA REGGIO EMILIA

(ANSA) - REGGIO EMILIA, 4 SET - Oltre 50 tra medici e infermieri sono stati impegnati 30 ore consecutive all'ospedale S.Maria Nuova di Reggio Emilia per un doppio prelievo di organi da pazienti deceduti a poche ore l'uno dall'altro il 25 agosto.
    Gli organi (un fegato e 4 reni) sono stati trapiantati in due pazienti in lista d'attesa. Cornee, cute, segmenti vascolari e ossei e valvole cardiache sono stati trasferiti nelle rispettive Banche in attesa di essere destinati. Alla morte cerebrale dei due pazienti "la Rianimazione e tutto l'ospedale - spiega Laura Favilli, anestesista e coordinatrice locale prelievi e trapianti - si sono preparati ad affrontare una situazione che, seppure già vissuta lo scorso ottobre, è comunque impegnativa. Due osservazioni di morte cerebrale comportano un complesso percorso clinico e organizzativo". Vi hanno lavorato rianimatori, anestesisti, cardiologi, medici di direzione sanitaria, personale di laboratorio e di sala operatoria, neurologi, oculisti, chirurghi vascolari, tecnici di elettrofisiologia.(ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Archiviato in