Moto: Ducati, 55mila consegne nel 2017

+12% vendite in Italia. Domenicali, 'un altro anno positivo'

(ANSA) - BOLOGNA, 12 GEN - Nel 2017 Ducati Motor Holding ha consegnato 55.871 moto a clienti di tutto il mondo, consolidando il successo dell'anno precedente (55.451) e confermando il trend positivo che ha caratterizzato l'azienda negli ultimi otto anni.
    A questo risultato ha contribuito l'intera gamma di modelli: particolarmente apprezzata la famiglia Multistrada, che nel 2017 si è allargata con l'inedita Multistrada 950. Bene le vendite della famiglia Monster, della SuperSport e dell'esclusiva 1299 Superleggera, le cui 500 unità sono state acquistate ancora prima dell'inizio della produzione, al prezzo di 80.000 euro.
    Scrambler ha confermato il successo del biennio precedente, rafforzando, con la Desert Sled e la Café Racer, la gamma di moto proposte con questo nuovo brand. Un totale di 14.061 unità consegnate nel 2017.
    L'Italia chiude il 2017 con con 8.806 moto consegnate (+12%).
    Andamento positivo delle vendite anche in Europa, con un aumento delle consegne del 4%, per un totale di 31.123 unità; il mercato spagnolo, in particolare, ha registrato un incremento del 28,3%.
    Negli Stati Uniti, primo mercato per Ducati, le consegne sono aumentate del 1,3% (8.898 moto vendute). In crescita l'Argentina, +66%. Nei mercati asiatici Ducati ha consegnato 5.805 moto, rafforzando anche la presenza in Cina (+31%), dove è stata raddoppiata la rete vendita, passando da 9 a 18 concessionari.
    "Il 2017 è stato un altro anno positivo per Ducati sia dal punto di vista commerciale che sportivo - commenta l'ad Claudio Domenicali - Abbiamo lottato per il titolo MotoGP fino all'ultima gara, abbiamo vinto sei gare portando i migliori risultati dal 2009. Il continuo rinnovamento della gamma prodotti e il forte focus sulla realizzazione di moto di grande qualità ci ha permesso di continuare a crescere anche in un mercato mondiale difficile".
    Per il 2018 nella gamma prodotti spicca la Panigale V4, prima moto prodotta in serie dalla Casa bolognese ad essere equipaggiata con un motore 4 cilindri, strettamente derivato dal Desmosedici della MotoGP, frutto del maggiore investimento realizzato in un prodotto singolo nella storia dell'azienda. Il nuovo Scrambler 1100 aggiunge una dimensione inedita al mondo Scrambler; la Multistrada 1260 presenta un'importante evoluzione tecnologica, con cruscotto ad alta risoluzione, cambio elettronico e tanta coppia in più ai regimi intermedi.
    Completano le nuove moto 2018 un rinnovato Monster 821 e la 959 Panigale Corse. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Aeroporto di Bologna