Concluso premio In Factory Philip Morris

Partecipato oltre 100 ragazzi Accademia. Pronta seconda edizione

(ANSA) - BOLOGNA, 21 OTT - Cerimonia conclusiva al nuovo Conference Center dello stabilimento di Philip Morris Manufacturing & Technology Bologna a Crespellano, del concorso d'arte 'In Factory', il bando rivolto agli studenti dell'Accademia di Belle Arti di Bologna, realizzato con il contributo dell'azienda bolognese. La prima edizione del concorso, a cui hanno partecipato oltre 100 ragazzi con più di 60 proposte artistiche presentate, è nata con lo scopo di far incontrare arte e produzione, all'interno del nuovo stabilimento della Philip Morris. I tre vincitori, Tatiana Basso, Baolong Wang e Alena Tonelli, oltre ad aver ricevuto in premio una borsa di studio, hanno avuto la possibilità di veder realizzate le loro opere d'arte all'interno degli stessi spazi dell'azienda, la prima al mondo dedicata completamente alla produzione di prodotti senza combustione.
    Hanno partecipato alla cerimonia il Sindaco di Valsamoggia, Daniele Ruscigno, il Presidente dell'Accademia di Belle Arti, Fabio Roversi Monaco, il Direttore dell'Accademia, Enrico Fornaroli, e l'ad di Philip Morris Manufacturing & Technology Bologna, Mauro Sirani Fornasini. Al termine, gli stessi vincitori del concorso, hanno tenuto delle visite guidate negli spazi produttivi dell'azienda per presentare e spiegare al pubblico i propri lavori. "Il progetto 'In Factory' è la dimostrazione che quando l'innovazione tecnologica d'impresa - ha detto Fornaroli - e la ricerca artistica si incontrano non può che scaturirne un arricchimento non solo estetico ma anche della qualità del lavoro". Per Mauro Sirani, "abbiamo costruito il successo della nostra azienda lavorando sulle capacità di analisi e sulle capacità creative delle persone. Sulla scoperta e sull'invenzione. Per noi di Philip Morris Manufacturing & Technology Bologna, promuovere questo progetto con l'Accademia di Belle Arti, significa valorizzare il giusto bilanciamento tra la scienza e l'arte".
    Al termine della cerimonia è stato annunciato l'avvio di una seconda edizione del bando per la realizzazione dei progetti artistici che andranno ad arredare i nuovi spazi dello stabilimento Philip Morris che, con un investimento di ulteriori 500 milioni amplierà le aree di produzione fino a una estensione complessiva di 110.000 metri quadrati. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Vai alla rubrica: Pianeta Camere
Aeroporto di Bologna