Arrestato in Egitto, Ue studia caso

Italia ha richiamato attenzione. Se necessario agiremo

(ANSA) - BRUXELLES, 10 FEB - "Siamo al corrente del caso" dello studente Patrick George Zaki "e lo stiamo valutando con la nostra delegazione Ue al Cairo, e se necessario intraprenderemo le adeguate azioni. Appena avremo raccolto più informazioni saremo in grado di dire qualcosa di più concreto". Così il portavoce del Servizio europeo per l'azione esterna (Seae), Peter Stano, che rispondendo ai giornalisti ha spiegato che è stata l'Italia a richiamare l'attenzione sul caso.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere
        Aeroporto di Bologna



        Modifica consenso Cookie