Fatture false per 10 milioni, blitz Gdf

Operazione nel Bolognese, denunciati padre e figlio

Fatture inesistenti per quasi 10 milioni di euro e oltre 160 dipendenti assunti in modo irregolare, per evadere i contributi. Sono le principali irregolarità scoperte dalla Guardia di Finanza di Bologna al termine di un'indagine nei confronti di due importanti aziende operanti nel commercio all'ingrosso di articoli medicali e ortopedici con sede a Castel Maggiore.

I titolari - padre e figlio di 74 e 44 anni - sono stati denunciati per diversi reati tributari dalle Fiamme Gialle, che hanno anche eseguito un provvedimento di sequestro preventivo di circa due milioni di euro, fra disponibilità bancarie, quote societarie e beni immobili, pari al valore delle imposte evase. La misura è stata emessa dal Gip di Bologna Grazia Nart a conclusione di una indagine, coordinata dal pm Manuela Cavallo e condotta dal nucleo di Polizia economico-finanziaria della Finanza, andata avanti per due anni.

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere
        Aeroporto di Bologna