Bologna si illumina con i testi di Cesare Cremonini

Le luci in via D'Azeglio, la strada di Lucio Dalla

Il primo verso, quello che affaccia su piazza Maggiore è 'Ti sei accorta anche tu'. Poi, di seguito, il resto del testo di 'Nessuno vuole essere Robin'.
    Cesare Cremonini guarda le luminarie di via D'Azeglio che si accendono con la sua canzone e ripete di sentirsi "onorato" di ricevere l'omaggio della sua città, Bologna, dopo che lo scorso anno la strada venne decorata con i versi di Lucio Dalla.
    Ad accoglierlo c'è una folla di gente, che aspetta da ore.
    "Questo omaggio deve essere un segno forte di continuità - spiega emozionato il cantante parlando con i giornalisti - con la tradizione cantautorale bolognese di cui Lucio è il padre spirituale. 'Robin' è una canzone generazionale figlia di Lucio e di questa città, che non si deve accontentare delle sue tradizioni ma deve saper guardare anche al futuro". Il ricavato dei neon servirà a fare della beneficenza e aiuterà la fondazione Sant'Orsola a creare una casa d'accoglienza per il supporto dei pazienti oncologici e dei loro familiari. 
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere
        Aeroporto di Bologna