Estorsioni a scuola, misure per minorenni

Danneggiavano auto dei genitori per farsi consegnare denaro

Estorsioni tra i banchi di una scuola superiore del Modenese. I carabinieri di Sassuolo hanno eseguito misure cautelari di collocamento in comunità e permanenza in casa nei confronti di tre studenti minorenni, di 16 e 17 anni, che sarebbero, secondo le indagini, componenti di una baby gang chiamata a rispondere delle ipotesi di reato di estorsione aggravata e continuata, detenzione di stupefacenti e danneggiamento.

Avrebbero compiuto dei vandalismi ai danni delle auto dei genitori dei compagni di scuola al fine di farsi consegnare denaro. Secondo i carabinieri, i tre avrebbero inoltre minacciato, picchiato e deriso per mesi sei compagni di classe per ottenere denaro e gioielli. Episodi che risalirebbero allo scorso anno scolastico. Le indagini, inizialmente sulla prevenzione di spaccio a scuola, hanno messo in luce il presunto meccanismo estorsivo.

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA


    Vai al Canale: ANSA2030
    Vai alla rubrica: Pianeta Camere
    Aeroporto di Bologna