Cc chiamati per lite, trovano armi-droga

La scoperta nel garage di una abitazione nel Reggiano

(ANSA) - REGGIO EMILIA, 20 OTT - L'intervento per un'accesa lite tra una colf e i componenti del nucleo familiare dove lavorava ha permesso ai Carabinieri di rinvenire oltre un etto di droga e una carabina senza matricola costati una denuncia - con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti e detenzione illegale di armi - a un 18enne e al padre 45enne residenti a Correggio, nel Reggiano. Al primo i militari hanno sequestrato un etto circa tra marjuana ed hascisc e un bilancino di precisione, al secondo un fucile ad aria compressa privo di matricola.
    I fatti risalgono l'altro pomeriggio quando gli uomini dell'Arma di Correggio sono giunti in una abitazione privata dove era stata segnalata una lite tra la colf - una 28enne straniera - ed i componenti della famiglia dove era al lavoro. Al loro arrivo i Carabinieri hanno trovato la donna soccorsa dai sanitari del 118. La giovane ha raccontato di essere stata filmata, con uno smartphone, dalle figlie del datore di lavoro: da lì la lite e la richiesta di intervento al 112. Ai Carabinieri intervenuti sul posto la donna, prima di essere condotta in ospedale, ha riferito, inoltre, che il figlio del datore di lavoro nascondeva stupefacenti nel garage di casa droga mostrando alcune foto scattate con il suo telefonino nei giorni precedenti. Perquisita l'abitazione i Carabinieri hanno rinvenuto, nel garage, una quarantina di grammi di hascisc, mezz'etto di marjuana e un bilancino, oltre a una carabina ad aria compressa, sprovvista di matricola costati una denuncia a padre e figlio.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai alla rubrica: Pianeta Camere
      Aeroporto di Bologna