Tratta e violenza sessuale, un arresto

L'indagine a Parma, in manette la 'madame' dell'organizzazione

Due ragazze costrette a prostituirsi e la più giovane, minorenne, anche violentata. Per questo una 42enne nigeriana è stata arrestata dalla Squadra Mobile di Parma, per tratta di esseri umani, sfruttamento della prostituzione, favoreggiamento dell'immigrazione clandestina e anche concorso in violenza sessuale. In manette è finita Rose Aghariaha Ekundayo, considerata la 'madame' che avrebbe costretto le due ragazze a finire sulla strada. Complice un 43enne, sempre nigeriano, ancora ricercato: è lui che avrebbe commesso gli abusi sessuali.

Indagati per sfruttamento della prostituzione e favoreggiamento della permanenza illegale sul territorio nazionale altri due connazionali, lei 41 anni, lui 53, entrambi residenti a Parma. L'indagine, coordinata dai sostituti procuratori della Procura distrettuale antimafia di Bologna Stefano Orsi e Michele Martorelli è scattata nel dicembre 2017 dopo la denuncia ai servizi sociali di una delle due ragazze, oggi diciannovenne.

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai alla rubrica: Pianeta Camere
      Aeroporto di Bologna