Cacciatore 'multato' da un drone

Stava addestrando un cane in una zona dove è vietato

Cacciatore 'multato' da drone: grazie alla nuova dotazione della Polizia Provinciale di Ferrara, è stato utilizzato per la prima volta un drone per i controlli, il Mavic 2 Enterprise. Il servizio di una pattuglia si era concentrato nel Mezzano, tra Argenta e Portomaggiore, per un controllo sull'attività di addestramento cani, che non può essere svolta perché la zona è un centro pubblico di produzione della fauna, dove i cani non possono correre liberamente. Gli agenti hanno fatto alzare in volo il drone e immagini e filmati sono stati riprodotti in un monitor collegato al telecomando. E dopo aver richiamato il velivolo hanno multato un cacciatore che aveva liberato un cane. "Grazie al contributo della Regione abbiamo un nuovo e moderno strumento - spiega il comandante del corpo Claudio Castagnoli - per contrastare i comportamenti illeciti e tutelare le persone che si comportano in modo corretto".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere
        Aeroporto di Bologna