Migranti, giudici bocciano Viminale su anagrafe

A Bologna riconosciuta l'iscrizione di una richiedente asilo

Il Tribunale collegiale di Bologna ha ritenuto inammissibile il reclamo del ministero dell'Interno contro l'ordinanza che aveva imposto al Comune di Bologna di iscrivere all'anagrafe una donna armena richiedente asilo. A darne notizia sono gli avvocati Antonio Mumolo e Paola Pizzi dell'associazione Avvocato di strada, che assistono la donna. Per Mumolo "ancora una volta un Tribunale afferma che anche il ministero dell'Interno è soggetto alla legge. E' una vittoria del diritto in tempi bui per la nostra democrazia".

"Dai giudici di Bologna - ha detto il ministro Salvini - altra sentenza a favore degli immigrati, nonostante il ricorso del mio ministero. Il prossimo governo dovrà fare una vera riforma della Giustizia, non viviamo in una 'repubblica giudiziaria'". "Andiamo avanti con la serenità di chi rispetta la legge e non si arrende alla propaganda", ha detto, invece, il sindaco Merola.

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere
        Aeroporto di Bologna