Peculato sui ticket Unesco di Ravenna

Custodia in carcere per imprenditore, altri tre indagati

La Guardia di Finanza di Ravenna ha arrestato con un'ordinanza di custodia cautelare in carcere un imprenditore originario di Roma per peculato in concorso con altre tre persone. Avrebbero commesso illeciti nella gestione dei servizi di biglietteria e bookshop di siti culturali della città: il Museo Nazionale, la Basilica di Sant'Apollinare in Classe ed il Mausoleo di Teodorico, questi ultimi dichiarati Patrimonio Mondiale dell'Umanità Unesco.
    L'ordinanza, emessa dal Gip su richiesta della Procura Ravennate, è stata adottata sulla scorta delle indagini del nucleo di polizia economico-finanziaria delle Fiamme Gialle.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere
        Aeroporto di Bologna