Crollo Meta, tre assolti e una condanna

Un anno al geometra che rilascio certificato di agibilità

Tre assoluzioni e una condanna per il crollo del capannone della Meta, azienda di San Felice sul Panaro (Modena) colpita dal Sisma del 29 maggio 2012 in cui morirono due operai, Mohamad Azarg e Kumar Pawan e un ingegnere, Gianni Bignardi. Il giudice del tribunale di Modena ha assolto l'ex sindaco di San Felice Alberto Silvestri, il responsabile dell'ufficio tecnico comunale Daniele Castellazzi e il titolare dell'impresa, Paolo Preti. La condanna riguarda invece il geometra Claudio Terrieri che rilasciò il certificato di agibilità dopo la prima scossa, del 20 maggio: un anno, con pena sospesa, per la morte dei due operai. Gli imputati erano accusati di omicidio colposo plurimo in concorso, abuso edilizio e Silvestri e Castellazzi anche di falso.

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai alla rubrica: Pianeta Camere
      Aeroporto di Bologna