Messaggi e foto osé a ragazzina, indagato carabiniere

Dalla Procura di Rimini, l'accusa è di adescamento di minorenne

Prima, iniziando una amicizia su Facebook, si è finto un suo coetaneo poi è arrivato a inviare via Messenger a una liceale riminese - allora 15enne - messaggi espliciti e una foto che lo raffigura nudo. Protagonista della vicenda, riportata dal 'Corriere Romagna' e da 'il Resto del Carlino' un Carabiniere 50enne iscritto dalla Procura di Rimini nel registro degli indagati per adescamento di minorenne.

A risalire all'uomo - che vive e lavora a Roma - è stata la Polizia Postale di Rimini. L'indagine era stata aperta dopo che, alla fine del 2016, la ragazzina - ricevuta la foto al culmine di un crescendo di messaggi espliciti - aveva bloccato il contatto e raccontato quanto accaduto ai genitori che avevano sporto denuncia contro ignoti. Pochi giorni fa i poliziotti si sono recati a Roma per eseguire una perquisizione nell'abitazione dell'uomo e hanno messo mano su Pc e telefonini: in uno dei dispositivi - posti sotto sequestro - hanno trovato la stessa foto che era stata inviata in chat alla liceale.

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai alla rubrica: Pianeta Camere
      Aeroporto di Bologna