Snam, droni per monitorare rete gas

A Ferrara e Ravenna, Alverà: 'Passo per trasformazione digitale'

Il primo volo civile a lunga distanza con un drone in modalità 'bvlos', acronimo di 'beyond visual line of sight' ovvero così lontano da non permettere al pilota che lo guida in remoto di rimanervi in contatto visivo, partirà per monitorare la rete di trasmissione del gas naturale. Snam, per la prima volta in Italia, ha avviato questa sperimentazione iniziando dalle province di Ferrara e Ravenna.

Al campo volo di Filo di Argenta, nel territorio ferrarese, è decollato il primo drone ad ala fissa, simile a un piccolo aereo, che, volando a 100 metri di altezza, in circa 60 minuti ha percorso oltre 50 chilometri, tra andata e ritorno, 'registrando' informazioni utili per controllare il tratto del metanodotto compreso tra Alfonsine e San Bonifacio. Alimentato a batteria e composto di materiale leggero adatto per il volo ma robusto per sopportare le folate divento, il drone grazie a telecamere posizionate in diversi punti ha raccolto dati che verranno elaborati e analizzati dagli esperti dei team di Snam.

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai alla rubrica: Pianeta Camere
      Aeroporto di Bologna